Popper e i problemi della vita

Sebastiano Zanolli, Aveva ragione Popper: tutta la vita è risolvere problemi I ed.,  (Franco Angeli, 2014, pp.149, € 17,50).

 

Ho incrociato Sebastiano Zanolli e il suo libro, come capita spesso, attraverso una terza persona e, subito, come accade altrettanto spesso, la non-coincidenza: la quarta di copertina è stata scritta da un tipo che avevo conosciuto tempo fa, e con il quale era scattata una certa sintonia...

Avrà avuto anche ragione Popper, che la vita è risolvere problemi - ho pensato - ma aveva ragione anche Jung, che ritiene che ciò che accade non avviene per caso!

I contenuti del libro?  


Sebastiano è un manager che lavora da molti anni nel settore della moda, dove ha ricoperto (e tuttora ricopre) prestigiosi incarichi nel settore del marketing per grandi marchi. Ma la sua "inquietudine", come la chiama, ne ha fatto un apprezzato scrittore e speaker motivazionale.

   Il suo libro è "semplicemente" il suo modo di vedere i problemi della vita, ovvero come opportunità mascherate.

E' fondamentalmente un inno alla vita, a non sprecarla e a non mollare la spugna, a cogliere gli ostacoli come occasioni preziose per rimettere in discussione tutto e riorientare pensieri e azioni con un'altra prospettiva.

     E' il manifesto del protagonista assoluto di ciò che siamo stati, siamo e possiamo essere, ovvero noi stessi. E non esiste la condizione dell'"essere incastrati", come alibi per stare fermi. Quanto piuttosto quello di "sentirsi incastrati" dalle proprie paure. Un atteggiamento umano, per carità, la vera molla per attingere alle energie più profonde e potenti che abbiamo - tra cui l'immaginazione - e disegnare nuove traiettorie per la nostra esistenza.

E' un bel libro, non c'è dubbio, che si avverte pesato in ogni parola dalle esperienze dirette dell'Autore.

Grazie, Sebastiano.